Browse Digital Archive

Persone Imprese & Istituzioni

Persone & Imprese 1991, n.1-3
Persone & Imprese 1991, n.1-3
Persone & Imprese 1992, n.1
Persone & Imprese 1992, n.1
Persone & Imprese 1992, n.2-3
Persone & Imprese 1992, n.2-3
Persone & Imprese 1993, n.1
Persone & Imprese 1993, n.1
Persone & Imprese 1993, n.2
Persone & Imprese 1993, n.2
Persone & Imprese 1993, n.3
Persone & Imprese 1993, n.3
Persone & Imprese 1994, n.1
Persone & Imprese 1994, n.1
Persone & Imprese 1994, n.2
Persone & Imprese 1994, n.2
Persone & Imprese 1994, n.3
Persone & Imprese 1994, n.3
Persone & Imprese 1995, n.1
Persone & Imprese 1995, n.1
Persone & Imprese 1995, n.2
Persone & Imprese 1995, n.2
Persone & Imprese 1995, n.3
Persone & Imprese 1995, n.3
Persone & Imprese 1996, n.1-2-3
Persone & Imprese 1996, n.1-2-3
Persone & Imprese 1997, n.1
Persone & Imprese 1997, n.1
Persone & Imprese 1997, n.2-3
Persone & Imprese 1997, n.2-3
Persone & Imprese 1998, n.1
Persone & Imprese 1998, n.1
Persone & Imprese 1998, n.2
Persone & Imprese 1998, n.2
Persone & Imprese 1998, n.3
Persone & Imprese 1998, n.3
Persone Imprese & Istituzioni 2000, n.1
Persone Imprese & Istituzioni 2000, n.1
Persone Imprese & Istituzioni 2000, n.2
Persone Imprese & Istituzioni 2000, n.2

Collection info

La rivista quadrimestrale Persone & Imprese (poi Persone Imprese & Istituzioni) ha accompagnato per circa vent’anni il sodalizio culturale dei soci dell’Associazione UmES - Umanesimo Economia e Società, con l’obiettivo di maturare e comunicare un giudizio sui grandi temi della vita economica italiana che fosse al contempo tecnicamente robusto e solidamente ancorato a una visione personalista dell’economia e della società. Tecnicamente robusto, perché basato sul dialogo serrato fra diverse competenze disciplinari e diverse prospettive valoriali; solidamente fondato su un’idea di persona e di impresa in cui categoria delle relazioni occupa una posizione centrale. Si parli di federalismo o di debito pubblico, di Unione Europea o di globalizzazione, di lavoro o di sistema pensionistico, la Rivista è stato un serio tentativo di mostrare il realismo dell’insegnamento sociale della Chiesa: dignità della persona, solidarietà e sussidiarietà.