Il laboratorio digitale

Il gruppo di cooperazione BESS (Biblioteca Elettronica di Scienze Sociali del Piemonte) è attivo in Piemonte dal 2002 per rispondere alle trasformazioni che investono il mondo delle biblioteche attraverso lo strumento della condivisione delle risorse e delle esperienze.

Parte importante dei progetti portati avanti è la biblioteca digitale di BESS. Con il sostegno convinto della Compagnia di San Paolo e partner tecnologico l’Istituto Mario Boella si è partiti nel 2005 con un primo laboratorio installato presso l’Ires (FOTO). Nel 2006, grazie ad esso, si è pubblicato on-line un nucleo importante di volumi sullo sviluppo sociale ed economico del Piemonte dal 1950 ad oggi ( http://elib.bess-piemonte.it/ ).

Il laboratorio è insediato attualmente presso l’Area della Ricerca del CNR di Torino, l’infrastruttura del repository è amministrata e mantenuta dal IRCrES-CNR di Torino.

La dotazione dell’attuale laboratorio, al febbraio 2015, è così costituita:

  • 1 Scanner automatico Qidenus: per la scansione ad alta velocità di libri di formato max. A4
  • 2 Scanner planetari Bookeye per grandi formati
  • 8 workstations per lo svolgimento di tutte le fasi della post-produzione
  • 1 NAS da 15 terabyte per l’archiviazione dei files dei volumi in lavorazione
  • 2 unità di storage per i backup di sicurezza del repository

L’intero workflow prevede le seguenti fasi:

  • Scansione dell’originale
  • Conversione dei file nativi in tiff e jpg ad alta e bassa risoluzione
  • Riconoscimento ottico dei caratteri per la produzioni dei files .txt
  • Preparazione dei files con i metadati bibliografici e strutturali per l’ingesting

Presso l’Ufficio IT IRCrES-CNR (già Ceris-CNR) vengono successivamente svolte tutte le operazioni relative all’ingesting dei volumi digitalizzati.